Seguici sui social network

7 Set2014

Torri & Motori 2014

Benvenuti alla 7° edizione del Campionato Torri & Motori 2014 con le nuove regole per premiare non solo i “più bravi in assoluto” ma anche i meno meno bravi che possono così gareggiare con gli amici di pari livello.

 

 

CLASSIFICA GENERALE PILOTI
CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 1
CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 2
CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 3
CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 4
CLASSIFICA PILOTI LIVELLO 5
CLASSIFICA SCUDERIE

14 Settembre 2014: Circuito di Zingonia, Aiolfi, Barcella, Zanasi… fine del duello
Al piacentino gara e Campionato, il bolognese, terzo…e ancora secondo.

Oppure si potrebbe dire: Toshiro Aiolfi e Lee Zanasi, Duello nel Pacifico…; non sorridete,… confesso che la lunga sfida fra i due emiliani ha evocato in chi scrive il famoso capolavoro hollywoodiano di John Boorman, dove gli incommensurabili Lee Marvin e Toshiro Mifune, sperduti su un’isola del Pacifico, se le davano di santa ragione inconsapevoli del fatto che la guerra fosse già finita.

Ma se le davano nell’ambito di un codice d’onore mai venuto meno, così come hanno fatto Maurizio Aiolfi e Massimo Zanasi durante l’arco di tutto il Campionato Torri & Motori 2014, avversari implacabili, ma sempre rispettosi l’uno dell’altro e titolari di un fair play reciproco difficile da reiterare se non vero e sincero…bravi!…BRAVI TUTTI E DUE!
…e alla fine l’ha spuntata il…nippo-piacentino…ma cominciamo dalla gara, che ha avuto anche altri protagonisti.

Bravi anche gli uomini del Club Orobico, a mettere in scena credo l’unica gara “in città” del panorama regolaristico; diciamo pure che il “dossodromo” di Zingonia lasciava poco spazio all’organizzazione per l’aspetto paesaggistico, eppure Ugo Gambardella & CO sono riusciti a inventarsi una gara molto tecnica, con un ritmo a tratti “feroce”, scandito dalle ben 87 prove crono, e con passaggi non privi di fascino, primi fra tutti quelli dentro alla cava e quelli nel villaggio operaio di Crespi d’Adda, ma bisogna dire che anche su alcune stradine (chiuse) dell’immediato hinterland c’è stata una battaglia sul filo del centesimo di secondo, che, anche se “combattuta” in più coreografici scenari alpini o appenninici, avrebbe lasciato ben poco spazio alla contemplazione del paesaggio!

In quest’insolito habitat Maurizio Aiolfi ha costruito la sua vittoria, mantenendo sempre alta la tensione agonistica, mai più che qui “aggravata” dal fatto di correre in solitaria, e “diluendo” sulle tante PC i pochissimi momenti di calo di concentrazione.
Alle sue spalle, di “ben” 2 (due!) centesimi, si francobollano gli altrettanto forti Barcella-Ghidotti seguiti dall’altro protagonista “torristico” Massimo Zanasi navigato Bertini, rimasto senza freni a…quattro frenate dalla fine, e per il quale bisogna proprio dire che questo Campionato sia stregato!…due volte secondo (di cui una per meno di un punto!), una volta terzo, senza contare gli altri piazzamenti!
Subito dietro questi tre si piazzano Turelli, D’Antinone e Dalleolle, sesto ed ultimo sotto i 5 di media, e che con questo risultato ottiene il terzo gradino del Podio nell’Assoluta di Campionato ai danni del rivale “in casa” Falcone, che completa la Top Ten seguito nell’ordine da Ronzoni, Gualtieri e Massara. Fra le Scuderie ancora una vittoria per la Modena Historica.

Cala quindi il sipario sulla parte “stradale” del Campionato Torri & Motori con la vittoria di misura di Aiolfi, su Zanasi, mai impensieriti da un Dalleolle più che appagato dal terzo posto, e a questi tre va il merito di avere onorato la Serie fino in fondo presentandosi ai nastri di partenza di tutte e sei le gare, cosi come hanno fatto Falcone, quarto e Gualtieri, quinto.
Alle loro spalle Rimondi, Arzoni (altro regolare protagonista in tutti e sei i “film”), Gibertini, Barcella e Biondi (in grande progressione di risultati, presente a sua volta come driver per tutto il Campionato, e come navigatore di Gualtieri nell’ultimo atto).

In conclusione, dato che gli Organizzatori del Torri & Motori hanno istituito quest’anno anche i Campionati di Merito per ogni livello prestazionale di Drivers, di fatto cinque Campionati nel Campionato, giusta menzione ancora per Maurizio Aiolfi che ovviamente vince il Primo Livello, per Massimo Dalleolle che vince il Secondo, per Paolo Cadoni che vince il Terzo, per Roberto Rondinelli che vince il Quarto ed infine per Paolo Concari che vince il Quinto.

Per i Clubs, il Podio è occupato sul primo gradino da Scuderia Modena Historica, che quest’anno proprio non poteva fare di più, seguita dal Franciacorta Motori (piazzamento di bel rilievo, se si pensa che è stato portato praticamente dal solo Aiolfi), mentre i simpatici (e anche loro sempre presenti) alfieri della Ruoteclassiche Crono Prato ne occupano meritatamente il terzo gradino.

Appuntamento ora alla Fiera di Padova, dove con la cerimonia delle Premiazioni, come di consueto celebrata nello Stand della Modena Historica al Pad. 4, si concluderà definitivamente (e chiassosamente come sempre fra tigelle, lambrusco e parmigiano!) il Campionato Torri & Motori 2014, che nella sua settima edizione ha classificato ben 205 equipaggi e 48 Scuderie e che si avvia ad essere la Serie più longeva e propedeutica per i palcoscenici più impegnativi e blasonati, come ad esempio, quello del Campionato Italiano  o dei Grandi Eventi CSAI.

Arrivederci a tutti!…a Padova!

07 Settembre 2014: a Conegliano ancora battaglia fra Aiolfi e Zanasi che vince e allunga
Botter, al rientro dopo una lunga pausa, centra il Podio

Come si prevedeva anche a Conegliano si è ripetuto il duello che ha caratterizzato tutto il Campionato. Massimo Zanasi, navigato dalla fida Barbara Bertini, in una stagione “torristica” contraddistinta da regolari piazzamenti di assoluto rilievo, firma la prima vittoria, combattutissima come sempre, sul “solitario” Maurizio Aiolfi.
Elemento di “disturbo” poteva essere il forte equipaggio “indigeno” formato da Francesco Botter e Loris Zamberlan, al rientro in gara dopo un lungo periodo sabbatico: i veneti completano la loro fatica al terzo posto dopo aver combattuto per tutta la gara con noie meccaniche.
Medie importanti per tutti i primi tre, ma alle loro spalle sgomitavano gli “umani” in un fazzoletto di centesimi: al quarto posto la spuntava Gualtieri, reattivo dopo il passo falso alla Colli di Bologna, un centesimo avanti a Cicuttini e Dalleolle ex equo, seguiti da Arzoni e Biondi, ancora ex equo (cinque equipaggi in cinque centesimi!). Poco più indietro Monti e Falcone a completare la Top Ten.

Tutto si giocherà quindi a Zingonia con le sue 87 prove (coefficiente 1,87 !!), il cui Circuito disegnerà le Classifiche finali di un Campionato Torri & Motori che non è stato mai così combattuto, complice l’idea degli organizzatori di inserire i Campionati di Merito per tutti i livelli di prestazioni.
In Classifica Assoluta quindi Zanasi allunga su Aiolfi, ma non abbastanza da sentirsi al sicuro; al terzo posto risale Dalleolle, al quale Rimondi, quarto a un’inezia di punti, ha aperto la strada decidendo di correre a Lumezzane per il Campionato Italiano. Seguono Falcone, Gualtieri e Gibertini, anche loro in lizza per agguantare il terzo gradino del podio. E più indietro Biondi, Arzoni e Crugnola completano la Top Ten.

Nei Ranking dei vari livelli ancora Zanasi su Aiolfi, ovviamente, nel primo. Dalleolle consolida il primato nel secondo livello su Falcone, autore di una prestazione un po’ al di sotto delle sue potenzialità e che ora, oltre a guardare avanti alla caccia del bolognese, deve guardarsi le spalle dalla rimonta di Gualtieri. Nel terzo livello Cadoni prende la testa scavalcando Baccarini con un buon margine: se la giocheranno loro due dato che gli altri sono ormai troppo indietro. Rondinelli mantiene la leadership nel quarto livello contenendo la rimonta di Tondelli, mentre Concari chiude il discorso a suo favore nel quinto, unico verdetto chiuso anticipatamente in Campionato!

Fra le Scuderie nulla può più impensierire la Modena Historica, ancora prima a Conegliano: i modenesi potranno ormai solo recuperare stimoli cercando di stabilire il record di punti nel ranking dei Clubs.

Appuntamento al Circuito di Zingonia fra sette giorni, il 14 Settembre, per l’epilogo di questa combattutissima ed emozionante galoppata. Buon Campionato a tutti.

19 Luglio 2014: il “Sorpasso”
Sabato 19 Luglio, nel giorno più caldo ed afoso di questa anomala fresca estate, si è disputata la 7° Colli di Bologna organizzata dal Club Bologna Autostoriche. Data la calda giornata, non fu scelta migliore quella degli organizzatori di partire dalla sede dell’azienda Carpigiani Gelato University, con tanto di gelateria e museo.
Veniamo alla gara, vinta da Barcella-Ghidotti che hanno messo in fila tutti. Secondo posto per Zanasi-Bertini che con questo risultato strappano ad Aiolfi la leadership del campionato.  Terzo posto per Belometti venuto a dar man forte ad Aiolfi come scuderia FM per consolidare il secondo posto nella classifica per scuderie. Una giornata leggermente fuori tono per Aiolfi quanto basta per perdere il contatto con Zanasi ed ora si trova a dover inseguire. I due sono comunque separati da una manciata di punti per cui campionato apertissimo ed avvincente come non mai.

Veniamo ai Livelli dei piloti. Nel 5° livello Concari-Stradiotti della Scuderia 3T domina incontrastato e consolida la posizione con un buon margine sul secondo Angiolelli-Bastoncelli, mentre è ancora bagarre per gli altri due gradini del podio; nel 4° livello Rondinelli difende la posizione ma cede punti preziosi ad un Tondelli in rimonta che agguanta la seconda posizione di categoria; dalle retrovie rinviene anche Zenesini che con solo due gare riesce a portarsi sul terzo gradino del podio; nel terzo livello Baccarini domina e prende il largo quando l’inseguitore Cadoni scivola e perde punti preziosi favorendo anche l’incalzare di Bini terzo; nel 2° livello il leader Dalleolle difende con i denti la sua posizione, ma cede ancora qualcosa, questa volta ad un incontenibile Falcone che rimonta fino al secondo posto mettendosi dietro Gualtieri non brillante come nelle gare precedenti; Nel 1° livello Zanasi sopravanza Aiolfi , ma di poco, per cui se la giocheranno fino all’ultimo pressostato dell’ultima gara; terzo, sornione, Rimondi pronto a cogliere passi falsi dei due ma con un occhio nello specchietto per controllare un Gibertini che potrebbe farsi pericoloso.

Un campionato apertissimo per tutti oltre ogni previsione grazie al nuovo regolamento studiato appositamente per rendere avvincente la sfida fino all’ultima gara. Nell’augurare a tutti buone vacanze per la pausa estiva, vi aspettiamo alle due gare finali di Settembre. Non mancate!

06 Luglio 2014: un campionato mai così avvincente dopo il terzo appuntamento, e siamo solo al giro di boa.
Alla “Colline di Romagna” by Davide Gramellini, Roberto Regitori & Co., siamo arrivati a metà campionato ed è bagarre per la leadership del campionato. Classifiche apertissime sia nella generale che di categoria, per cui confermati i pronostici dell’efficacia della nuova formula regolamentare per tenere vivo il campionato fino all’ultima gara. Nella generale Maurizio Aiolfi decide di non concedere nulla agli avversari e si presenta al via per difendere il suo primo posto, riuscendo perfettamente nel suo intento: nulla da fare per gli inseguitori che perdono altri punti preziosi. Massimo Zanasi obbligato ad inseguire “marca ad uomo” Aiolfi per la seconda posizione in gara ed in classifica. Al terzo posto in gara un Giuliano Canè in gran recupero che paga il non aver partecipato alla gara d’esordio. Valerio Rimondi non brillantissimo in questa gara vede allontanarsi il duo di testa mentre sente il fiato sul collo dei diretti inseguitori, che incalzano dalle retrovie per soffiargli il podio. Infatti ben tre equipaggi in pochi punti, in lotta tra loro, per agguantare il terzo gradino del podio: Giovanni Gualtieri che gara dopo gara va sempre più forte, Marcello Gibertini e Massimo Dalleolle che stanno in scia e non mollano la presa.

Veniamo ai Livelli Piloti. Nel 5° Livello, l’assenza di Carlo Pozzi lancia definitivamente Paolo Concari leader della classifica con un discreto margine, ma non sufficiente per pensare di dormire notti tranquille. Nel 4° Livello Roberto Rondinelli vista l’assenza dei diretti inseguitori si trova ora leader quasi incontrastato. Nel 3° Livello Davide Alvisi obbligato a disertare la gara romagnola per noie meccaniche scende al terzo posto lasciando la leadership della classifica a Giovanni Baccarini, con Paolo Cadoni che lo segue da vicino. Nel 2° livello Massimo Dalleolle cede ancora qualcosa all’irrisistibile Giovanni Gualtieri, preservando comunque il primo posto assoluto, mentre Gianluigi Falcone consolida la terza posizione, pronto a cogliere passi falsi del duo di testa. Nel 1° Livello, Maurizio Aiolfi, come dicevamo, guida la classifica, pressato da Massimo Zanasi, con Valerio Rimondi terzo, ma con tre concorrenti alle spalle che hanno tutta l’intenzione di voler agguantare almeno il terzo gradino del podio.

Per quanto riguarda invece la classifica di Scuderia ormai è pressochè incolmabile il margine consolidato a favore di Scuderia Modena Historica. Ma il campionato è ancora lungo e mai dire mai…
Arrivederci a breve con la Colli di Bologna di Sabato 19 Luglio, e le sue 59 prove che sono una ghiotta occasione per stravolgere le classifiche, visto che valgono tanti punti.

01 Giugno 2014: secondo appuntamento con sorpresa
E siamo giunti alla seconda puntata, dove tanti “non hanno fatto i conti con l’Oste” ! Alla Coppa Città di Meldola, magistralmente organizzata da Racing Team Le Fonti & Co., probabilmente in tanti pensavano ad una passeggiata giocando quasi in casa, vista anche l’assenza di tanti contendenti. Forse Massimo Zanasi, ad una settimana dalla stupefacente vittoria a Pistoia nel Campionato Italiano, pensava di bissare facilmente il risultato; forse anche qualche diretto inseguitore o outsider si era illuso di puntare al gradino più alto del podio. Invece, come spesso accade, nessuno ha fatto i conti la strabiliante forma, che da un po’ lo accompagna, di Maurizio Aiolfi che in solitaria come sempre, beffa tutti e si impone nella gara romagnola.
Con questo risultato tra l’altro ottiene una doppia vittoria: oltre alla gara si porta in testa anche nel campionato mettendo tutti in fila, rigorosamente dietro.

Veniamo ai Livelli Piloti. Nel 5° Livello, Paolo Concari e Carlo Pozzi sono gli unici ad aver effettuato tutte le gare; pur non brillando in questa trasferta il premio fedeltà gioca a loro favore e si trovano rispettivamente primo e secondo nella classifica di categoria. Nel 4° Livello Roberto Rondinelli e Davide Tondelli si stanno giocando il primo posto separati da una briciola di punto, mentre poco distante, pronta ad insidiare i due, c’è Camilla Rigoni. Nel 3° Livello Davide Alvisi difende la leadership dall’attacco di Giovanni Baccarini, con Paolo Cadoni terzo che non molla pronto a dare filo da torcere ai due. Nel 2° livello Massimo Dalleolle contiente la bella prestazione di Giovanni Gualtieri, preservando il primo posto assoluto, mentre Gianluigi Falcone rimonta in terza posizione. Nel 1° Livello, Maurizio Aiolfi, come dicevamo, guida ora la classifica, pressato da Massimo Zanasi, con Valerio Rimondi terzo che prova a rimontare posizioni.

Per quanto riguarda invece la classifica di Scuderia sembra non esserci storia con il margine consolidato a favore di Scuderia Modena Historica. Ma il campionato è ancora lungo e tutte le gare portano punti.
Arrivederci fra un mese sempre in Romagna al Grand Hotel delle Terme di Castrocaro con la Colline di Romagna del 6-7 Luglio, tra tubi in notturna, cocomerata a mezzanotte e gara del giorno dopo.

30 Marzo 2014: si inizia con il migliore degli auspici
I 100 equipaggi che si sono dati appuntamento alla 100 Miglia sono la più confortante risposta che si commenta da sola riguardo l’interesse per la prima gara di stagione e per la 7° edizione del Torri & Motori.
Tanti equipaggi, dai nomi noti ma soprattutto meno noti che a quanto pare hanno accolto con piacere la rinnovata formula dove vanno a premio non solo i soliti bravi, ma manche i meno esperti e i principianti.
Venendo al risultato della gara, vince Fortin-Pilè, campione in carica, seguito da Massimo Zanasi e da Maurizio Aiolfi. Un podio di grande livello giocato sul filo del centesimo fino all’ultima prova. Per la classifica di Scuderia invece dominio incontrastato di Modena Historica che, vuoi anche per la vicinanza a casa, si è schierata con ben 18 equipaggi per assicurarsi la Coppa di squadra.
Ma veniamo ai livelli piloti, soprattutto a quelli che solitamente non hanno la possibilità di mettersi in luce. Tra i piloti di 5° livello domina Marco Codeluppi del R.I.P356; tra quelli del 4° livello si impone Andrea Palumbo del VAMS Squadra Corse; tra quelli del 3 livello emerge  Stefano Pasinato della Scuderia Morandi, mentre nel 2° livello Massimo Dalleolle non ha rivali.

Ma siamo solo all’inizio… per cui vi aspettiamo al prossimo appuntamento della Coppa Città di Meldola chi per recuperare posizioni, chi per consolidare una provvisoria leadership, ma comunque tutti insieme per divertirci e condividere la medesima passione!